Assegnate le Bandiere Blu 2017

Mare sempre più pulito sulle coste italiane: salgono, infatti, a 342 le spiagge sulle quali sventolerà la bandiera blu assegnata dalla Foundation for Environmental Education (FEE), sulla base di valutazione ci sono ben 32 criteri relativi alla gestione sostenibile del territorio

 (dalla depurazione delle acque alla gestione dei rifiuti, dalle piste ciclabili agli spazi verdi, ai servizi degli stabilimenti balneari).

Regina di virtù e ancora la Liguria che vanta ben 27 località (con 2 nuovi ingressi), a seguire si piazzano Toscana (19 località) e le Marche (17 località). Le medesime tre regioni si erano guadagnate il podio anche lo scorso anno. L’anno scorso il numero delle spiagge meritevoli di essere insignite dell’onorificenza erano 293, quest’anno si è passati a 342.

Le altre new entry nella classifica 2017 delle acque più blu sono: Giulianova e Roseto degli Abruzzi in Abruzzo, Roseto Capo Spulico e Soverato in Calabria, Sapri in Campania e Santa Teresa di Riva in Sicilia. I bocciati: Cattolica (Emilia Romagna) e Petacciato (Molise).

Aumentate sono anche le bandiere per i laghi. Il Trentino-Alto Adige raggiunge quota 10 (e raddoppia rispetto all’anno scorso); 1 va alla Lombardia e 2 al Piemonte. Il Trentino si aggiudica Baselga di Pinè, Bedollo, Bondone, Lavarone e Sella Giudicarie.

Nel complesso in un anno la situazione è migliorata: da 293 spiagge doc si è passati a 342, pari a circa il 5% di quelle premiate a livello mondiale; da 152 si è passati a 163 Comuni, 11 in più rispetto al 2016 (13 nuovi ingressi, mentre 2 sono usciti).