Alimentazione 2.0: Vegetariani e Vegani non "sfondano"

Alimentazione 2.0: Vegetariani e Vegani non "sfondano"

By / Enogastronomia / Tuesday, 13 February 2018 07:00

Il consueto rapporto Eurispes sull'alimentazione ha rivelato un trend che delinea in modo netto quanto le diete vegeteriane/vegane abbiano effettivamente preso in piede in Italia. Iniziamo col dire che tra le due diete c'è una differenza notevole in fatto di numeri : vegeteriano è infatti il 6,2% dei nostri connazionali, i vegani, invece, non arrivano all'1%. 

La schiera dei vegetariani è in aumento ma, la tendenza è quantomeno altalenante: nel 2014 erano il 6,5%, sono scesi al 5,7% l'anno dopo, per poi risalire al 7% nel 2016 e ridiscendere nel 2017 a un 4,6%. A cambiare in modo altrettanto ondeggiante sono gli equilibri: se quest'anno i rapporti di forza, come abbiamo visto, vedono una forbice tra il 6,2% e lo 0,9,  lo scorso anno la differenza era nettamente inferiore con un 4,6% contro addirittura il 3%. Sembra trattarsi quindi di rimescolamenti interni e di aspetti transitori. 

Esistono anche delle “sottocategorie”: Spesso i cultori dei due regimi alimentari, seguono anche diete più rigorose come quella crudista (32%), quella fruttariana (23%) o quella paleo (13%). Ma quali sono le cause che spingono questo nutrito manipolo di adepti a scegliere uno di questi stili alimentari? Il 39% lo fa perchè convinto di guadagnare in salute, il 20% per amore nei confronti degli animali, il 15% per un corretto stile di vita e per mangiare meno. In modo abbastanza sorprendente invece solo il 4% dichiara di essere stato spinto dalla volontà di contribuire alla salvaguardia dell'ambiente.

Per quanto riguarda la reperibilità dei cibi, il 61% sostiene di non aver grossi problemi, considerando i moderni esercizi commerciali come luoghi forniti per soddisfare le diverse esigenze.

I momenti di maggiori difficoltà restano quelli durante i viaggi  o le cerimonie, mentre le mense nei luoghi di lavoro risultano discretamente attrezzate. Molto interessanti i dati relativi a ciò che pensano i “non vegetariani/vegani” circa questi stili di vita: Se il 43% considera rispettabile la scelta dei vegetariani, un italiano su tre, invece, ritiene troppo radicale quella dei vegani che vengono altresì considerati dal 20% troppo fanatici e intolleranti.

In conclusione, nonostante il fatto che qualche anno fa si pensava a un escalation più decisa del numero dei fruitori di questi regimi alimentari, parliamo comunque di tendenze da monitorare con attenzione: A tale proposito su 225.490 ristoranti recensiti in Italia su TripAdvisor, il 23% propone menù vegetariani e addirittura il 18% quelli vegani. Cifre ben più alte rispetto agli effettivi seguaci che fanno comunque capire l'interesse generale verso questi orientamenti.

Author

IlMaestrale.net

IlMaestrale.net

Leave a comment

ciao

Please publish modules in offcanvas position.