Cambio vita e... apro un B&B

Cambio vita e... apro un B&B

By / Strategie & Successi / Monday, 12 February 2018 13:36

Negli ultimi anni sempre più nuclei famigliari stanno convertendo la propria casa, o una parte di essa, a Bed & Breakfast. Tanto tempo è passato da quando negli anni 20 del secolo scorso, alcuni inglesi iniziarono ad affittare le stanze dei figli che emigravano in altre città per lavoro. 

Da quando il sistema iniziò a trasformarsi in un fenomeno più esteso, in una prima fase, il target dei clienti che si avvicinava a queste strutture era formato per lo più da ragazzi, senza troppe pretese, che avevano bisogno di un punto di appoggio particolarmente economico rispetto alle tradizionali strutture alberghiere.

Nei giorni d'oggi si sta invece affermano sempre più come un'opzione valida per tutti i viaggiatori: si risparmia, il numero di camere è contenuto e nello stesso tempo sia l'atmosfera familiare che la presenza strettamente legata al territorio costituiscono variabili molto apprezzate. A tal proposito dal 21 giugno 2011 è in vigore il nuovo codice del turismo che regolamenta queste attività, anche se esistono difformità evidenti tra regione e regione.

In generale, la differenza sostanziale è che il B&B può essere a carattere familiare o imprenditoriale: nel primo caso l'attività deve seguire i principi della gestione esclusivamente familiare e della saltuarietà: Il grande vantaggio di questa possibilità è che non necessità di aperture di partita IVA e quindi di iscrizione alle sezioni del Registro delle Imprese.

Ovviamente per beneficiare di questo trattamento speciale, oltre ai due principi cardine, il titolare dovrà seguire altri dettami, tipo: arredamento minimo per le camere, lavaggio delle lenzuola fatto in casa, utilizzo di pasti preconfezionati per la prima colazione, e altre limitazioni che ovviamente non compaiono nella versione “imprenditoriale” dei B&B, in cui le stanze possono essere arredate anche in modo lussuoso, il lavaggio delle lenzuola può essere affidato alle lavanderie, i bagni privati con phon possono essere dotati di servizi personalizzati (ciabattine, saponi con pubblicità, etc...), è concesso l'uso di un computer per prenotazioni continue, i pasti possono non essere confezionati e. soprattutto è possibile che il titolare o la sua famiglia non abbiano la propria residenza all'interno. Come scritto in precedenza, altre differenze variano da regione  a regione e, chiaramente il consiglio è quello di informarsi molto bene circa i vari regolamenti per evitare di incappare in errori molto costosi.

In caso di accertamenti da parte del fisco, se si riscontrassero gli estremi dell'imprenditorialità in un B&B “Familiare” gli effetti possono rivelarsi particolarmente pesanti: differenza tra Irpef  e pagamento Irap, calcolo dell'IVA dovuta, iscrizione all'Inps e relativi versamenti oltre alle sanzioni e agli interessi, porterebbero a un vero e proprio salasso. In via del tutto indicativa, riportiamo di seguito una tabella con le diverse leggi e i diversi parametri su base regionale.

Tags

Author

IlMaestrale.net

IlMaestrale.net

Leave a comment

Milano

Partly cloudy
21°C
ESE at 17.70 km/h /63%
Sunday
16°C / 25°C
Monday
17°C / 26°C
Tuesday
18°C / 28°C

ciao

Please publish modules in offcanvas position.