KFC: come mutare un problema in un'ottima campagna!

KFC: come mutare un problema in un'ottima campagna!

By / Strategie & Successi / Saturday, 03 March 2018 07:00

Se è vero, come recita il vecchio adagio, che “Il bravo marinaio si vede nelle tempeste”, alla KFC bisogna riconoscere che hanno una buona squadra di creativi. In una situazione davvero devastante per l'azienda, che è stata costretta a chiudere temporaneamente circa 750 punti vendita sui 900 totali del regno Unito, per colpa delle mancate consegne dei polli da cucinare da parte della nuova azienda distributrice, sono riusciti a ribaltare la situazione e a creare una campagna che ha colpito nel segno.

Dopo che con l'inizio del nuovo anno, la KFC ha appaltato le consegne ai propri rivenditori alla DHL palesando da subito i primi problemi, la situazione da critica è passata a disastrosa nel giro di poche settimane. In una prima fase l'azienda ha aperto un sito dove i clienti possono trovare il negozio aperto più vicino, promettendo comunque che “Il colonnello ci sta lavorando” (sfruttando lo storico simbolo).

Poi, sulla loro pagina hanno scritto il seguente comunicato: “I polli hanno attraversato la strada, solo che non sono andati nei nostri ristoranti. Non abbiamo mai fatto compromessi sulla qualità, quindi senza le regolari consegne alcuni ristoranti rimarranno chiusi e altri si limiteranno a un menu ristretto”.

Del resto, in questi ristoranti se manca il pollo, manca la quasi totalità della scelta visto che attraverso la ricetta segreta basata su 11 spezie e ideata più di 80 anni fa Harland Sanders (colonnello USA fondatore della catena), sono conosciuti in tutto il mondo.

A oggi non si è al corrente dei tempi di riapertura ma la campagna di comunicazione dell'azienda procede senza sosta. Negli ultimissimi giorni la KFC ha invaso con pubblicità a tutta pagina i quotidiani più letti in UK e adornato parecchie vie strategiche con manifesti parecchio impattanti, scatenando una reazione divertente dei clienti che hanno elogiato l'originalità della campagna. Ma su quale strategia hanno puntato per ottenere un così alto consenso, anche tramite le consuete piattaforme social, nonostante il grosso problema?

L'immagine scelta mostra l'arcinoto “secchiello”, che contiene abitualmente le famose alette di pollo, mestamente vuoto con accanto le sole briciole.

Il dettaglio che però colpisce è il logo, che passa dal consueto “KFC” a un divertentissimo “FCK” che di fatto crea l'abbreviazione dell'imprecazione FUCK.

Una trovata vincente che sta riuscendo a tenere dalla propria parte l'affezionata clientela in un momento davvero difficile per l'azienda.

 

Tags

Author

IlMaestrale.net

IlMaestrale.net

Leave a comment

Milano

Partly cloudy
21°C
ESE at 17.70 km/h /63%
Sunday
16°C / 25°C
Monday
17°C / 26°C
Tuesday
18°C / 28°C

ciao

Please publish modules in offcanvas position.